WATCH

La scuola svolge un ruolo molto importante nella vita dei bambini fornendo loro un punto di riferimento che può aiutare o ostacolare la crescita mentale ed emotiva degli alunni.

Gli insegnanti di solito affrontano da soli dinamiche complesse e necessitano di strumenti specifici per affinare le proprie capacità interpersonali e affrontare il disagio emotivo che a volte è collegato ai processi di apprendimento e alle dinamiche attivate nelle istituzioni in cui operano.

Il progetto WATCH (Work discussion Approach in primary schools: Teachers Observe CHildren) nasce dall'idea che sia essenziale creare spazi adeguati nei contesti educativi e mira a supportare gli insegnanti nel loro compito cruciale e delicato di sostenere lo sviluppo dei bambini loro affidati.

WhatsApp Image 2022-01-17 at 11.25.08.jpeg

Il nostro partenariato strategico si è proposto di raggiungere questo obiettivo attraverso l'applicazione della Metodologia delle Work Discussion, il cui strumento chiave è quello delle "discussioni di gruppo" sulle situazioni di "lavoro" all'interno delle aule, osservate e riportate dagli insegnanti. 

Gli insegnanti hanno descritto le loro osservazioni in specifici report che sono stati discussi all'interno di incontri periodici sotto la supervisione di due esperti psicologi (il conduttore e l'osservatore del gruppo) e che sono poi stati condivisi durante i meeting transnazionali. Tutto ciò è stato di supporto ad un'esperienza di lavoro che ha rappresentato una vera sperimentazione.
La partecipazione ai gruppi della “Work Discussion” è diventata, quindi, per i docenti uno strumento indispensabile per la loro attività educativa, in quanto è stato un momento importante di riflessione e di analisi delle situazioni, delle difficoltà e dei problemi vissuti all'interno del contesto relazionale in cui operavano.

Il progetto è anche il risultato di una riflessione approfondita su esperienze precedenti che hanno utilizzato la narrazione come strumento di lavoro e la sua combinazione con la metodologia ha rappresentato un approccio innovativo.

L'attività nelle aule è stata organizzata attraverso “Fantasticando”: un lavoro sulle fiabe articolato in tre diverse fasi durante le quali agli insegnanti è stato chiesto di osservare i bambini. Sebbene ci sia stato uno scopo "generale", ogni fase ha perseguito una serie di sotto-obiettivi. Ogni obiettivo si è sviluppato attraverso l'idea di introdurre i bambini ad alcuni argomenti specifici, legati anche agli aspetti chiave del loro sviluppo, trattati in maniera simbolica e senza "costringerli" a parlarne esplicitamente, ma immergendoli in queste tematiche con immaginazione e creatività.

Dal progetto è nata la pubblicazione “La metodologia delle work discussion e l'uso delle fiabe nelle scuole primarie. L'esperienza transnazionale del Progetto WATCH” di Carmine Ciannella, edito da Franco Angeli.

È disponibile gratuitamente online a questo  

Coordinatore:   I.C. Iovino Scotellaro - Italia

 

Partners:           EDU lab APS – Italia

                           Scoala Gimnaziala Centrala Campina – Romania

                           Võnnu Keskkool – Estonia

                           Osnovna sola Vic - Slovenia