RESET

Il rapporto dell'OCSE "Istruzione e COVID-19” incentrato sull'impatto a lungo termine della chiusura delle scuole dello scorso anno afferma che ci vuole tempo per adattarsi e passare dalla didattica in presenza all'apprendimento a distanza. Inoltre, studi internazionali hanno

evidenziato le difficoltà che le scuole hanno dovuto e devono ancora affrontare per integrare nel curriculum scolastico le tecnologie informatiche e di comunicazione.

Questa potenziale perdita nel percorso di apprendimento è determinata da due fattori concorrenti:

  • Qualitativo = quanto sono riusciti ad apprendere gli studenti durante la chiusura delle scuole – il “margine intensivo” – si riferisce all'efficienza delle soluzioni di continuità educativa.

  • Quantitativo = quanti studenti hanno continuato ad apprendere durante la chiusura scolastica – il “margine ampio” – si riferisce al numero di studenti impegnati nella soluzione di continuità educativa.

Essere in grado di sfruttare il potenziale delle soluzioni digitali non è solo una questione di sviluppo di competenze in questo campo da parte di insegnanti e studenti, ma anche una sfida per la Scuola nello sviluppare e implementare una propria strategia per la scuola digitale: un uso corretto del software, dei dispositivi e degli strumenti informatici fa in modo che gli insegnanti svolgano al meglio il proprio lavoro e gli studenti apprendono di più.

WhatsApp Image 2022-01-17 at 11.29.40.jpeg

I gruppi target di questo progetto sono gli studenti, gli insegnanti, tutto il personale scolastico e le scuole in generale.

In sintesi il progetto si propone di:

1. Creare metodi, strumenti e linee guida per gli educatori nell'ambito delle competenze pedagogiche digitali

2. Sviluppare linee guida utili a sviluppare un uso pratico delle open source educative e fornire agli insegnanti le abilità/conoscenze per creare i propri materiali digitali.

3. Creare uno strumento di comunicazione digitale facile da usare e sicuro, che permetta una migliore interazione tra scuola e famiglia, che non richiede per il suo utilizzo un elevato grado di competenze digitali da parte della scuola, degli insegnanti, degli studenti e dei genitori.

4. Creare e promuovere il label europeo “Digital Friendly Schools”, una certificazione per le scuole che applicano le linee guida sviluppate all'interno del progetto. I tre precedenti output porteranno alla definizione di una serie di requisiti e passaggi per l'acquisizione di questo riconoscimento!

Coordinatore:    Veksttorget Marked AS - Norvegia

Partners:             EDU lab APS – Italia

                             Prios Kompetanse AS – Norvegia

                             Asociatia Edulifelong – Romania

                             Valueme LTD – Bulgaria

                             General Directorate of Secondary Education – Turchia

                             Verdal Videregående skole – Norvegia